blog

IoT in esplosione: come cambieranno le regole della comunicazione

lo IoT sta per esplodere come cambieranno le regole della comunicazione.png 

Voglio dedicare questo articolo al tema dello IoT, Internet of Things, un trend emergente e che rappresenta un affascinante frontiera di opportunità non solo per i servizi che si potranno offrire alle persone, ma anche per il mondo della comunicazione.

Leggendo diverse interviste sul tema IoT sembra che la rivoluzione sia imminente. Qualcuno predice che il cambiamento che porterà lo IoT non sia nemmeno lontanamente paragonabile a ciò che noi già consideriamo un ribaltamento delle nostre vite e abitudini di consumo portato dagli Smartphone.

Perché allora lo IoT tarda così tanto a prendere piede?

C’è chi dice che trattandosi di uno stravolgimento del modo in cui i prodotti vengono pensati, realizzati e venduti sul mercato, comporta una rivoluzione di business e quindi necessita lungimiranza dell’imprenditore e trasformazione delle competenze interdisciplinari della propria forza lavoro. Altri sostengono sia una barriera culturale, gli strumenti sono già tutti disponibili a livello tecnologico, ma è solo necessario affrontare la paura del cambiamento, perché tutto ciò che non si conosce fino in fondo spaventa.

Tuttavia vediamo sempre più realizzazioni di progetti IoT come car sharing, soluzioni per i parcheggi, termostati intelligenti, elettrodomestici che segnalano malfunzionamenti ai tecnici, ascensori connessi, Smart house e Smart city.

Se fino a sei mesi fa si poteva solo stimare quando lo IoT sarebbe entrato in modo rilevante nelle nostre vite, oggi i big player di questo settore affermano che la diffusione nel mondo consumer nei prossimi 5 anni sarà rilevante.

Le opportunità di business nel mondo dell’Internet of Things sono davvero moltissime.

IoT_comunicazione.png

Approfondiamone alcuni e fantastichiamo su quali enormi possibilità di servizio si aprono grazie allo IoT.

 

  1. Fitness

La Wearable Technology non ci suona nuovissima, si tratta di abbigliamento e accessori che sono collegati a Internet e che comunicano con i nostri smartphone. Ma lo IoT va oltre. Un braccialetto collegato al sistema IoT può fare molto di più. L’abilità più semplice e più ovvia di tali dispositivi è quella di trasmettere dati sul battito cardiaco a un centro medico o a un medico in un’occasione di emergenza. Ma pensiamo fuori dagli schemi. Che ne dici di un dispositivo che trasmette informazioni sul tuo allenamento allo smartphone che calcola la dieta alimentare che devi seguire e la sincronizza con il tuo frigorifero intelligente che invia informazioni sui prodotti disponibili e ti suggerisce l’ordine dei prodotti mancanti per farteli trovare direttamente a casa, dopo un tuo ok.

 

  1. Applicazione in ambito medico

L’applicazione medica è ancora più ampia. Gli ospedali si prestano ad essere migliorati. Sono sicura di non essere l’unica persona al mondo che non ama gli ospedali e soprattutto le code per prenotare e le attese da fare durante le visite. Se mettiamo in campo le tecnologie IoT in questo ambito, insieme ai dispositivi moderni, possiamo ridurre enormemente il tempo medio che una persona perde in tutte le fasi: la prenotazione può essere fatta direttamente dai sistemi di monitoraggio della salute della persona, che invia un alert al medico curante, il quale procede con la compilazione di una impegnativa elettronica. La ricetta parla coi sistemi di prenotazione degli ospedali della zona, partendo dai più vicini ai più lontani trovando una disponibilità incrociandole direttamente con il Calendar dell’utente. Ed eccoci al giorno della visita, la persona viene informata in tempo reale sui tempi medi di visita ed eventuali ritardi con un alert in base alla distanza kilometrica tra la posizione attuale e l’ospedale che avvisa quando sia il momento giusto per partire.

 

  1. IoT Toys

Sono davvero infinite le applicazioni: si va dal monitoraggio dei bambini, alla comunicazione a distanza, alla sicurezza, alla sfera educational.

Ad esempio, pensiamo come i giocattoli siano gli oggetti dai quali i nostri bambini non si separano mai durante la giornata, vien da sé come possa essere una grande idea utilizzarli per interagire con loro. Esistono già aziende che producono giocattoli con un sistema parlante al loro interno. Ciò che l’utente deve fare è scaricare un’app speciale, acquistare uno IoT Toy e lasciarlo al proprio bambino. Il sistema talkie consente al genitore di inviare messaggi al bambino e ottenere risposte immediate. Questo è un ottimo modo per essere sempre vicini al proprio figlio anche se si è al lavoro o ci si allontana per qualsiasi ragione.
Un altro modo di usare i giocattoli secondo un approccio IoT è quello di arricchirli con sensori per rilevare vari tipi di informazioni, ad esempio una fra tutte la febbre del bambino.

 

  1. Smart city

Si tratta uno degli ambiti di implementazioni più importanti e anche in fase più avanzata in termini di progetti e sperimentazioni. Di seguito tre grandi opportunità che vale la pena citare.

 

-Strade ad energia solare

Sono strade fatte con pannelli riutilizzabili e rimovibili realizzati con materiali economici. I pannelli usano l’energia solare e hanno molti vantaggi. Ad esempio, possono avvisare i conducenti di ostacoli e animali sulla strada. Hanno luci a led che migliorano la visibilità, possono essere utilizzate come segnaletica stradale e aiutano a controllare il traffico.

 

-Sensori per il controllo del traffico

Vari sensori potrebbero essere usati per prevedere situazioni pericolose sulla strada. Possono tenere traccia del numero di auto e reindirizzare i veicoli in arrivo su strade diverse.

 

-Fermate dell’autobus Smart

Possono non solo mostrare le informazioni sul traffico ma anche essere interattive, attivare il riscaldamento e l’aria condizionata quando ci sono persone alla fermata dell’autobus e quando è vuoto.

 

Abbiamo parlato soprattutto di servizi, ma sappiamo benissimo che legato ai servizi c’è tutto il mondo della comunicazione che ne è una naturale emanazione.

 

Viene naturale chiedersi che impatto avrà tutto questo sul modo di comunicare, le regole da seguire per raggiungere il target, interessarlo e ingaggiarlo, quali modi per convertirlo.

Insomma gli obiettivi della comunicazione rimarrano sempre gli stessi (si presume): raggiungere, ingaggiare, convertire; ma le modalità, i formati, i percorsi cambieranno in un modo che oggi siamo in grado di prevedere? Quantomeno è dovesoro chiederselo!

Allo stesso modo in cui vengono forniti i servizi in base a dati e collegamenti Iot tra i diversi touchpoint del sistema di rete, così si potranno fornire informazioni, contenuto, comunicazione, engagement, proposte commerciali e molto altro che ancora non immaginiamo.

Ogni parte del sistema potrà diventare potenzialmente un media e le regole di pertinenza, rilevanza e contesto che oggi tanto si richiedono sul web e su mobile, dovranno essere rispettate all’ennesima potenza grazie ad una strategia di comunicazione ancor più guidata dall’analisi veloce dei big data, da una strategia di comunicazione fluida e flessibile per micro media e micro moment e da formati nuovi e idonei ai nuovi touchpoint, che ancora non sappiamo nemmeno prevedere.

È certamente una prospettiva affascinante e una strada da intraprendere per essere pronti nel momento dell’accelerazione sul mercato.

Nel frattempo, im mezzo al turbinio del cambiamento, mettiamo anche qualche punto. Ecco perchè se hai bisogno di certezze, leggi questo post Una certezza nel cambiamento: l’approccio del Conversion Marketing.

 

Stay tuned!

{{cta(’29a92095-13b0-4f8c-828a-fec0a9f37dc9′)}}